FUOCO RUPESTRE
Arte della Pirografia

Opere realizzate su legno o carta.
Ritratti, Targhe ed Oggettistica varia su Commissione

BIOGRAFIA

La Pirografia ( dal greco “scrittura col fuoco”) è una tecnica d’incisione per mezzo di una fonte di calore, su legno, cuoio, sughero e altre superfici; con questa breve definizione si vuole descrivere una tecnica a me quasi sconosciuta qualche tempo fa.
Da sempre appassionata di qualsiasi forma di Arte ed espressione interiore, ho mosso i primi passi nella danza, per poi passare alla musica ed entrare in contatto con le realtà della tradizione e del folklore popolare locali; ed approdare alla Pirografia, ma non sicuramente come traguardo ultimo, essendo sempre alla ricerca di nuove forme di espressione.
I miei soggetti spaziano dai ritratti classici su commissione, a opere fantasy, quali fate, elfi, gnomi e folletti in genere; a soggetti sicuramente più eclettici legati all’antica tradizione, allo sciamanesimo e alla mia personale ricerca e passione per le culture del femmineo sacro. In ogni opera cerco di dare un’impronta molto personale in cui l’anima del legno diventa un tutt’uno con il fuoco, il fumo e il messaggio che voglio trasmettere attraverso le venature del legno, diventando cosi una sorta di “magia”..per ottenere un oggetto assolutamente unico e originale.

Storia della Pirografia:

La Pirografia (dal greco antico: "scrittura col fuoco") è l'arte di incidere su qualsiasi materiale naturale tramite l'utilizzo di una punta di ferro arroventata ed è stata una delle più rudimentali forme di espressione, un'arte tribale, primitiva e forse per questo ancor oggi purtroppo considerata un'arte minore, povera. Sono tuttavia pochissime le testimonianze. Un vaso raffigurante fiori e colibrì risalente al 700 a.C. a Nazca in Perù, è forse il reperto più significativo. Ma si trovano anche moltissime decorazioni su manufatti, oggetti personali, utensili e zucche essiccate. Praticata da un vasto numero di culture antiche, inclusi gli Egiziani e alcune tribù dell'Africa, la pirografia era già in uso ai tempi dei Tuareg, dei Cabili, dei popoli dell'Europa centrale e dell'America del Sud. In Gran Bretagna è presente nelle travi delle case tudoriane o come implemento agli intarsi del XVIII° secolo e alla decorazione dei mobili. Persino artisti come Dürer e Rembrandt pare abbiano avuto esperienze con essa. Difficile poterla collocare in un periodo e luogo ben preciso; certo è che ebbe il suo momento di massima espansione durante l'era vittoriana e la nascita del movimento Arts & Crafts quando le riviste iniziarono a pubblicizzarla incoraggiando le donne della borghesia a dedicarvisi per hobby o per lavoro. Conosciuta fino ad allora come Poker Art o Poker Work (attizzatoio, ferro scaldato e arroventato sul carbone) era considerata un'arte rude e di difficile esecuzione a causa della scarsa capacità della punta di mantenere costante il calore durante tutta la fase di lavorazione. Si avvertì presto l'esigenza di inventare un sistema che potesse risolvere questo inconveniente e dopo innumerevoli tentativi si arrivò alla soluzione grazie all'invenzione di una sorta di vaporizzatore per il profumo contenente benzene collegato ad un soffietto e ad un tubicino di gomma con punta finale in platino, preriscaldata sulla fiamma generata dalla combustione. Il sistema si rivelò tuttavia difficile e faticoso dovendo azionare velocemente il soffietto con una mano e allo stesso tempo incidere con l'altra. Ma la vera "svolta" di questa tecnica si dovrà ad un architetto australiano di nome Alfred Smart che scoprì il modo di applicare, come mai accaduto prima di allora, le prime colorazioni e ombreggiature. La nascità dell'elettricità nel XX° secolo semplificò ancor di più il processo di lavorazione attraverso lo sviluppo dei primi strumenti elettrici. Dai primi pirografi creati sulla base di semplici ferri per saldatura si è arrivati alle più perfezionate e sofisticate macchine dei nostri tempi.Il moderno Pirografo è composto da una specie di penna dall'impugnatura di plastica isolante con una punta di ferro terminale in nichel-cromo o platino, riscaldata da una resistenza elettrica alimentata da un trasformatore che converte la corrente di rete in corrente a bassa tensione. Il colore è ottenuto unicamente dalle bruciature del legno nelle sue intensità generate dal passaggio della punta arroventata sul supporto utilizzato.

SU COMMISSIONE

E' possibile richiedere su ordinazione ritratti personalizzati, targhe ed oggettistica varia.
Le essenze utilizzate variano a seconda della tipologia di lavoro richiesto: Acero, Bosso (per piccoli oggetti), Pioppo, etc.
Ogni pezzo è unico ed interamente eseguito a mano,l'autonomia sulla lavorazione lignea
permette quindi di creare qualsiasi forma, dimensione e dettaglio richiesto.


- Pirografia su faggio -


Ritratto su Commissione


Ritratto su Pioppo



Love Dragons - Pirografia su Legno di Acero


Ritratto su legno di acero


Particolare di Targa - Pirografia su legno di acero


Quadri su legno di acero


Targa in acero

Compila il modulo sotto per inviare una e-mail